Di terra, di vento o di fuoco / of earth, wind or fire

Se ne vada la tua vita, fratello,
non nel divino ma nell’umano,
non nelle stelle ma nelle tue mani.

Arriverà la notte e poi
sarai di terra, di vento o di fuoco.

Per questo lascia che tutte le tue porte
vibrino, a tutti i venti aperte.

e invita il viandante nel tuo orto:
dà al viandante il fiore della tua vita!

Non essere duro, parco né avaro:
sii un frutteto senza uncini né muraglie!

Bisogna esser dolci e concedersi a tutti,
per vivere non v’è altra maniera

d’essere dolci. darsi alla gente
come alla terra le fonti.

(Pablo Neruda, Il ritornello del turco, da “Crepuscolario”)

Volevo scrivere qualcosa, magari ispirato a questa poesia, ma alla fine ho pensato che non c’era dopotutto nulla da cambiare. Che tu hai preso la tua vita nelle tue mani e l’hai condotta tutta nell’umano, parlando anche delle stelle magari, ma solo per quello che significano qui, sulla terra. Nelle tue mani ci sono anche le mie, le nostre. E ora è arrivata la notte e forse tu sarai di terra, di vento o di fuoco, ma persino adesso, le tue porte continuano a vibrare a tutti i venti. Il tuo orto e il tuo frutteto non hanno mai avuto uncini o muraglie, e nessuno mai è stato dolce e si è concesso a tutti più di quanto abbia fatto tu. Questo è il tuo canto, uno dei tuoi infiniti canti possibili, per meglio dire, e io continuo a stupirmi, ma in fondo sempre meno, della forza e della durata e della ricchezza di tutte queste emozioni diverse con cui continui ad abitare la mia vita. E non c’è un tempo, un pensiero o un sogno, un’azione o un gesto qualunque in cui tu non sia in qualche modo presente. Non sono in grado di scrivere un libro o una canzone, o poesie memorabili, o di dirigere un film su di te o di creare un nuovo ibrido di rosa e darle il tuo nome, di scoprire una nuova stella e intitolarla a te. Altri potrebbero farlo e non sarebbe considerato sconveniente, mentre immagino che possa esserlo, e molto, questo mio vagare in apparenza inconcludente nelle tue cose. Ma vedo con molta chiarezza, adesso, che è ben lontano dall’essere inconcludente. Al contrario, è da lì che viene tutta la mia nuova determinazione, la voglia, l’energia, il coraggio, la serenità, e quel po’ di tranquilla accettazione di tutte le cose che verranno che riesco a trovarmi nel cuore. Quindi so che se per tutta la vita ispirerò a te i miei progetti, e continuerà ad aggrovigliarmisi lo stomaco per questo miscuglio di sentimenti che così tanto ti appartiene e così tanto ti si addice, sarà una vita ben spesa.

Orson    tutto quello che mi serve è un rapporto che abbia senso.

Mork     L’amore non ha senso. Per questo i terrestri lo trovano tanto meraviglioso.

Orson    C’è qualcosa di simile qui su Ork?

Mork      No. Succede che ti sensi tutto caldo e sudato. Non riesci a mangiare, non riesci a dormire, e ti senti continuamente stordito come se avessi le vertigini.

Orson     Suona come quella malattia che ti eri preso su Venere.

Mork      Già, la Vendetta dei Venusiani.

Orson    Noi Orkiani abbiamo preso la decisione giusta, rinunciando alle emozioni.

Mork     Non ne sono tanto sicuro, Orson. Sapete, potremmo avere rinunciato a troppo. Per quanto io sia più progredito di questi umani, qualche volta mi… mi sento così primitivo,

Orson     Ho paura di non capire.

Mork       Non capisco neanch’io, Orson, ma non ho paura.

(la traduzione è mia e non è quella ufficiale del telefilm doppiato)

I thought of writing something, inspired by this poem, perhaps, but in the end I’ve realized that there was nothing to change, after all. that you took your life in your hands and led it through all that is human. And if you spoke of stars, it was only for the meaning they have here, on Earth. In your hands you hold mine, ours. And now the night has come and perhaps you’ll be of earth, of wind or of fire, but even now, your doors still quiver under all winds. Your orchard and fruit garden never had hooks or walls, and nobody has ever been sweeter and has given himself to others more than you did. This is your song, or rather, one of your numberless, possible songs, and I’m still surprised, although less and less with time, by the strength and duration and richness of all these diverse emotions, with which you continue to inhabit my life. An there is no time, thought or dream, no action or gesture, whatever, in which you are not present somehow. I’m not able to write a book or a song for you, or unforgettable poems, nor can I direct a movie on your life, or create a new rose hybrid and give it your name, discover a new star and name it after you. Other people may do that, and it won’t be considered improper, whereas I take it this apparently inconclusive wandering of mine through your things might indeed be considered improper, and very much so. But I see very clearly now that it is not inconclusive at all. Quite the opposite, that’s where all comes from, my new determination and aim, energy, courage and serenity and any amount of calm acceptance of all things that may come, I can find in my heart. Therefore I know, if I take my inspiration from you for all my projects, throughout my life, and butterflies continue to fly in my stomach with all these mixed emotions that belong and become to you so much, then it will be a well-lived life.

Mork       Love doesn’t make sense. That’s why earthlings think it’s so wonderful.

Orson     Is there anything similar to it on Ork?

Mork       No. What happens is you get hot and sweaty. You can’t eat, you can’t sleep, and you feel dizzy all the time.

Orson      It sounds like that disease you got on Venus.

Mork        Yes, Venusian’s Revenge.

Orson       We Orkans made the right decision in giving up emotions.

Mork         I’m not so sure, Orson. You see, we may have given up too much. Even though I’m more advanced than these humans, sometimes I… I feel so primitive,

Orson       I’m afraid I don’t understand.

Mork        Neither do I, Orson, but I’m not afraid.

Annunci

6 Pensieri su &Idquo;Di terra, di vento o di fuoco / of earth, wind or fire

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...