Citazione – Il Disertore, di Abdulrazak Gurnah

[…] Forse ho paura di non poter evitare il cliché del miracoloso, nell’immaginare il loro incontro. Non voglio trovarmi a dire che si innamorarono a prima vista e che il resto seguì di necessità, non voglio trovarmi a dire che si guardarono negli occhi e lessero l’uno l’anima dell’altro, dimenticando quei doveri che le circostanze imponevano loro. Può essere mai vera una cosa del genere? Succedono cose del genere? E ammesso che succedano, come si può scriverne? La prevedibilità di una spiegazione tanto banale  mi fa torcere le budella per l’incredulità. E’ la nostra epoca. Noi pensiamo di sapere che il miracolo è una bugia e cerchiamo sempre la spiegazione nascosta o soffocata. Preferiremmo come spiegazione l’avidità o la lussuria, piuttosto che l’amore. Troviamo più rassicuranti i riferimenti scaltri e beffardi al nostro squallore, ai nostri odori e alle nostre deiezioni, che quelli alla nostra tremante modestia, o al nostro palpitante desiderio di affetto. Non ci è più consentita  nemmeno l’anima: i nostri spazi interiori e segreti sono semplicemente luoghi di irrisolto trambusto, denso di ferite palpitanti.

Non di meno, che io sia capace di immaginarlo o no, so che Rehana Zakarya e Martin Pearce diventarono amanti. Non ho altra scelta che cercare di dare un resoconto di come la loro relazione fosse potuta nascere”.

Abdulrazak Gurnah, Il Disertore, Garzanti, traduzione (dall’inglese) di Laura Noulian

Annunci

7 Pensieri su &Idquo;Citazione – Il Disertore, di Abdulrazak Gurnah

    • Tipo perché non l’hai mai sentito nominare? No, sai, è un segreto, non dirlo troppo in giro, ma io spesso entro in libreria, gironzolo, becco qualcosa che mi attira, compro. Quasi a caso, direi. Poi sono molto, molto autodidatta. Tanto che quando millenni fa avevo pensato di provare a tradurre romanzi, mi sono arenata sul curriculum alla voce “con quale criterio scegli i libri che leggi?” quando ho guardato la Maestra Indiscussa della Traduzione dall’Inglese con l’aria di chi ha vissuto fino ad allora su Marte e ho chiesto, innocentemente: “criterio”?
      Cioè, della serie che tipo c’è un criterio per scegliere le letture? Ma io non lo sapevo 😦
      😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...