Emozionami Tag

Questo secondo me è un bellissimo tag. L’ha creato Dora Buonfino del blog Almeno tu, che di emozioni direi che se ne intende parecchio. Credo che a tutti noi succeda, con alcuni post, che li sentiamo “nostri”, che ci colpiscano al punto che vorremmo non solo non dimenticarli, ma anche condividere con altri l’emozione profonda che ci hanno suscitato. Ecco, questo tag permette di farlo. E’ una cosa che mi piace proprio tanto, per cui, eccomi qui…

L’autunno di Marthe Bonivier, di Massimo Legnani (blog: Orearovescio). Amo il modo di scrivere di Massimo, il suo è un blog splendido secondo me, i suoi racconti sono pezzi di vita, frammenti di bellezza. Questo poi è davvero un grandissimo scritto. C’è dentro il complicato, densissimo rapporto tra le parole e le immagini (l’arte in genere, se vogliamo) e la vita, il nostro modo di costringere il tempo in spazi diversi dai suoi. C’è la ricerca di altri noi stessi, altri luoghi, altre verità possibili. C’è il rapporto tra vita, la morte, l’invecchiamento e la passione, l’entusiasmo e l’esigenza di tenerli stretti per non perderli mai. C’è… c’è bisogno di leggerlo, ecco.

Lettera a Pier Paolo Pasolini da Oriana Fallaci – 1a parte e qui la 2a parte, dal Blog di Genio Chiara Una delle più belle penne italiane, autrice di uno dei libri che ho amato di più nella mia vita (Un uomo), non ho avuto il desiderio né il coraggio (sicuramente sbagliando, ma bisogna pur avere dei criteri di selezione) di leggere i suoi ultimi libri, ma questa lettera ci ricorda splendidamente che lei ha sempre detto quello che pensava con passione, ricerca di onestà e con una magnifica capacità di scrittura. Anche nel dolore e nella rabbia per la perdita di qualcuno che era capace di stimare, benché sembrasse lontano da lei anni luce.

Lettera a me stesso (una delle tante) di Scrittore 55 (blog: Il bisogno di scrivere). Una lettera coraggiosa, nella sua condivisione di stati d’animo che sappiamo appartenere a molti ma di cui a volte, inspiegabilmente, ci vergogniamo. Una lettera matura, nel suo guardarsi dentro senza sconti ma senza compiaciuto vittimismo. Una lettera affettuosa, anche nel suo “sgridarsi”, la lettera di uno che si vede, si riconosce, ha un bel dialogo con sé stesso e sa darsi valore, incoraggiarsi e spingersi a dare il meglio di sé, anche quando gli altri non se ne accorgono, perché dopotutto, siamo noi che dobbiamo crederci; gli altri, semmai, quelli che contano almeno, ci crederanno di conseguenza.

Io non sto proprio tutto a posto di Avvocatolo. Ovvio che Avvocatolo ha scritto cose bellissime, strappacore e tutto quanto (ironizzo ma lui commuove sul serio e scrive bene sul serio). Ma questa è una di quelle cose che una risata te la fanno uscire quasi a forza, fossi pure nel bel mezzo di une crisi isterica (mi capita, sì), fossi pure in una giornata di quelle non no, ma proprio no-no-no-no (e capitano pure quelle). Perché… perché è il tipo di cavolate che più o meno facciamo tutti noi distratti, magari non uguale-uguale, ma simile, solo che ci infuriamo (ehm) con noi stessi e Avvo invece ci fa un post che sembra scritto per un comico. Ma di quelli che fanno ridere davvero però. Che mica sono tanti, poi.

Runaway Life, di Mela, perché descrive così bene un rapporto splendido tra sorelle che io, pur in una forma e un contesto completamente diversi, ho avuto la fortuna di conoscere e che in più occasioni mi è stato (ci è stato, spero) di grandissimo aiuto per tante cose. Poi sono fermamente convinta che se approdate sul suo blog, non lo mollerete più!

Cara Daria (back to the future) di Erodaria. Un po’ perché questa lettera, a parte un paio di cose, avrei potuto scriverla quasi parola per parola alla me stessa diciassettenne; un po’ perché tutto il blog è fantastico: tratta di cose di tutti i giorni riuscendo a essere allegro, spiritoso, simpatico, saggio,  poetico, commovente e chi più ne ha più ne metta 🙂

Ti meriti un amore dal blog Boudoir ’77 di Pagsy 7. anche qui, la poesia, che è di Frieda Kahlo, l’ho citata perché tocca corde molto personali e mi ha emozionato moltissimo, per ragioni tutte mie, sarebbe stato forse più giusto citare uno degli articoli scritti propriamente dalla bravissima autrice del blog. Ho preferito seguire l’istinto e il cuore perché partendo da quella stupenda poesia potete comunque esplorare il blog in lungo e in largo che certo ne vale la pena eccome!

Non riesco a trovare una sola cosa fuori posto, non oggi, dal blog Alcuni aneddoti dal mio futuro di plus1gmt Un altro blog da cui è difficile scegliere un solo articolo (anzi, magari poi mi avvarrò della facoltà di ripetere il tag più volte) perché è di quelli che piacciono a me, che trattano di temi profondi ma scritti con ironia e leggerezza. Questo mi aveva colpito perché è ispirato dalla consapevolezza che i ricordi apparentemente minori, gli episodi a cui spesso non diamo importanza sono in realtà quelli che costruiscono la nostra vita e la nostra memoria e che più di ogni altro vorremmo conservare.

Yaaay Day dal blog Pensieri sparsi di una psicopatica, perché è una iniezione di positività, perché tutti meritiamo di celebrare le nostre qualità, spesso più di quanto meritiamo di angosciarci per i nostri difetti e – nota personale – perché mi riconosco tanto in quella frase finale: Me lo merito perché non so cosa voglio fare da grande, ma nel mentre sono brava in quello che sto facendo. Ecco, sì, mi ci sento proprio dentro, in questa cosa 🙂

Volevo solo rincorrere i miei sogni, questo articolo del blog Viaggi Ermeneutici di Romolo Giacani, altro luogo bellissimo, non potevo non inserirlo. L’ho scoperto questa sera ed è stato un colpo al cuore, se andate a leggerlo e mi conoscete anche solo un pochino, capirete immediatamente il motivo. Poi, spero che da quell’articolo partirete per un viaggio, ermeneutico o meno, che nell’improbabile caso che ancora non conosciate il suo blog, vi porti a scoprirlo tutto, perché ogni suo articolo ha una ragione d’essere.

Grazie ancora a Dora, non fatevela sfuggire, scrive con intensità di cose importanti.

Annunci

9 Pensieri su &Idquo;Emozionami Tag

    • Ma tu non ti preoccupare, questo tag mi piace particolarmente perché secondo me serve a segnalare cose che ci hanno emozionato e basta. Senza creare nessun tipo di “catena” o che. Io uso (forse troppo) poco il pingback e la condivisione, anche quando potrebbe starci, così questa è stata una buona scusa per andarmi a riguardare quelle cose che mi erano rimaste (o che mi sono entrate direttamente) nel cuore 🙂

  1. Pingback: Emozionando-mi | La Mela sBacata

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...