LA LETTRICE DELLA DOMENICA 13 – D’amore e ombra e Il piano infinito

Oggi i miei auguri di Pasqua li faccio con questo piccolo post su due romanzi di Isabel Allende, che all’epoca avevo molto apprezzato. Formato ridotto, ma mi perdonerete, ché io celebro a modo mio. Ho riflettuto ancora sui desideri e le strade, ascoltato Bach, fatto una minuscola particina delle pulizie di primavera e soprattutto, ho prenotato il viaggio dei miei sogni. Anche attraverso queste cose passa la ri-nascita 🙂

D’Amore e Ombra             Ricordo che mi era piaciuto molto quando l’avevo letto, ma è passato diverso tempo. Fa parte di quei libri che vorrei prima o poi rileggere, ma ce ne sono tanti nuovi da scoprire… Comunque lo tengo lì. In attesa. Non si sa mai…

Incipit: “Il primo giorno di sole fece evaporare l’umidità accumulata sulla terra dai mesi invernali e riscaldò le fragili ossa degli anziani, cui fu possibile passeggiare lungo i sentieri ortopedici dei giardini. Solo il melanconico se ne rimase a letto, perché era inutile portarlo all’aria aperta se i suoi occhi vedevano solo i propri incubi e le sue orecchie erano sorde al richiamo degli uccelli…

Il Piano Infinito    Anche questo non ricordo neanche più quando l’ho letto, ma so che Isabel Allende mi piace. Forse lo rileggerò, un giorno.

Incipit: “Andavano per le vie dell’ovest senza fretta e senza meta precisa, mutando rotta secondo il capriccio di un istante, al segnale premonitore di uno stormo d’uccelli, alla tentazione di un nome ignoto. I Reeves interrompevano il loro erratico peregrinare ove li cogliesse la stanchezza o incontrassero qualcuno disposto ad acquistare la loro impalpabile mercanzia. Vendevano speranza. Così percorsero il deserto nell’una e nell’altra direzione, valicarono le montagne e una mattina videro apparire il giorno su una spiaggia del Pacifico…

Annunci

10 Pensieri su &Idquo;LA LETTRICE DELLA DOMENICA 13 – D’amore e ombra e Il piano infinito

  1. anni e anni fa ho letto tutto di Isabel, anche se a dire la verità cominciando col suo capolavoro “La casa degli spiriti” gli altri mi sembravano meno intensi. Concordo sul tuo amore per l’autrice 🙂

    • Quello dovrei leggerlo, in effetti. Arriverà il suo momento magari… c’è stato un periodo che leggevo molta letteratura sudamericana, adesso meno, ma ci sono autori che ciclicamente tornano. Più ancora di Isabel Allende, credo che sicuramente riprenderò a leggere Amado 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...