Spiragli

La musica crea uno spiraglio nel cielo.
(Charles Baudelaire)

Ieri pomeriggio ascoltavo Mozart. Poi sono stata con la mia Bertucciapiccola (il mio Bertucciopiccolo, dovrei dire), e si è parlato, tanto. La cosa bella è che parla, ride, si arrabbia, ci prova davvero a capire, a capirsi, a costruire. E’ in gamba. Forse troppo. Si parlava di parto, per dire. Dopo essere rimasto impressionato e quasi spaventato dal vedere, in un programma, una donna che aveva partorito in casa (sì, facciamo anche questo, credo che ne abbia bisogno, spero di non sbagliarmi), mi dice: a me piacerebbe essere nato in casa. Ho dovuto ammettere che questo non lo sappiamo. Sappiamo molto poco e già tremo pensando a quel poco che un giorno dovremo dirgli (quando ce lo chiederà) e a come dirglielo. Ma bisogna farlo. E lui capisce, oh, capisce tantissimo. E così anch’io piano piano imparo a rendermi conto davvero, nella realtà, di cosa significa vivere con una persona che è sensibile, intelligente, ironica, spiritosa, talentuosa, tutto in maniera quasi un po’ fuori dalla norma. Sappiamo che se spiega le ali, potrà essere tutto ciò che vuole, e vorremmo poter semplicemente stare lì, e aspettare che quelle ali le veda e impari a usarle, senza insegnare troppo, senza pretendere che le usi come abbiamo usato o avremmo voluto usare le nostre. Vorremmo esserci, per lui, essere la sua forza, anche proteggerlo ma senza frenarlo, però contenendolo quando serve. E si sbaglia, oh, si sbaglia. E si viene presi dallo sconforto di non sapere mai cosa serve e quando serve. Ma lo sconforto poi passa, mentre l’idea di mettersi in gioco sempre, quella resta. Me l’hai insegnata, e adesso io ti dedico questa, anche se magari in questo momento sei in prima fila al concerto ad ascoltarla direttamente da chi l’ha scritta. E’ solo un minuscolo segno di gratitudine ma io so che capiresti.

 

Annunci

8 Pensieri su &Idquo;Spiragli

  1. ehm…” una persona che è sensibile, intelligente, ironica, spiritosa, talentuosa, tutto in maniera quasi un po’ fuori dalla norma” sei tu vero? ti sei descritta benissimo. 😉

    I tuoi figli non potrebbero essere molto diversi da te.

    Bello bello bello!

    • Grazie grazie grazie! 😀
      I miei figli sono molto diversi tra loro e da me. Anche se cerchiamo di trasmettere le cose per noi essenziali, per quanto possibile con l’esempio.
      Ti ringrazio tanto di queste tue parole, io ci provo, ma credimi, niente a che vedere. Alcune mie qualità le riconosco. Mi “piaccio” anche molto, ma per quanto riguarda loro, più che altro cerco di far sì che “diventino” se stessi, non troppo bloccati da ferite, rabbia e dolore. Ma hanno risorse straordinarie, davvero.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...