E ancora stelle

La magia non si è ripetuta uguale, no. Però io mi sono davvero svegliata alle tre e sono davvero uscita sul terrazzo a guardare a naso insù. La notte stellata era stupenda.

In lontananza, il fischio di un uccello, forse un assiolo, o un allocco, pare ce ne sia uno qui nei dintorni. Appena appena lugubre, quel tanto che basta, in armonia perfetta con le stelle.

Due gatti hanno cominciato ad azzuffarsi, da qualche parte, sentivo le loro grida indignate, i soffi, i miagolii di un corpo a corpo felino.

Dietro le colline, verso sud, si intuivano i lampi di un temporale, molto meno violento, tuttavia, di quello che doveva aver infuriato qualche ora prima dalla parte opposta.

Poi, un rumore secco tra le frasche. Mi sono riscossa dalla mia contemplazione, ho deciso di rientrare. Già quasi sulla soglia di casa, ho fatto qualche passo indietro. Mi sono accorta che avevamo lasciato aperte le imposte e sono andata a richiuderle. Un ultimo sguardo veloce al cielo, da quel diverso angolo visuale. La prima stella cadente. Mi sono fermata quasi incredula. Dopo qualche istante, la seconda e la terza, in rapida successione.

Non ero confusa come l’anno scorso, questa volta. Oh, certo, di desideri ne avrei infiniti, come tutti. Ma in questo momento ne avevo tre in mente, molto precisi. Almeno uno di questi, sta quasi solo a me realizzarlo. Ma ogni tanto un piccolo segno da poter interpretare come consenso e sostegno mi fa bene. E’ stato come voltarsi indietro, prima di intraprendere un cammino, e sentire, più che vedere, una presenza amica, intuire un piccolo gesto, appena un cenno, e sapere però che significa vai avanti, non aver paura, la strada si farà da sola nel corso del viaggio. Io, comunque, ci sono.

Annunci

26 Pensieri su &Idquo;E ancora stelle

  1. La notte scorsa qua le stelle erano coperte dalle nuvole… Poi in fondo tutte i miei segreti offerti al cielo la notte di San Lorenzo non si sono mai realizzati… Tuttavia le cerco ogni anni, come te. Perché il fermarmi, guardare il cielo e guardarmi dentro per definire sogni ed obiettivi è come fare il punto dei desideri per cui lottare. Detto questo… Ci riproverò stanotte! 😊

    • Per me, dicevo, più che un offrire segreti, o anche chiedere la realizzazione di desideri, era il bisogno di trovare sostegno a qualcosa che già da tempo ho intrapreso. Questo sostegno forse lo trovo in me stessa, interpreto a modo mio anche le stelle. Però resta il fatto curioso che dopo una vita in cui non mi era mai successo una sola volta di intercettare le meteore, per due anni di seguito, gli ultimi due, proprio quando di questi segni avevo e ho maggiormente bisogno, mi sono svegliata spontaneamente alle tre di notte, soltanto nel giorno giusto, e all’ora giusta (molto difficilmente mi sveglio di notte). Sono uscita e loro, puntualmente, si sono fatte vedere.
      Ma poi come dici tu benissimo, fermarsi a guardare il cielo e guardarsi dentro è un modo di fare chiarezza e trovare la forza di lottare noi stessi per i nostri obiettivi. Se quello non funziona, ne troverai un altro, il tuo 🙂

  2. Pare che il picco delle stelle cadenti ci sia proprio stanotte, ne hai già quattro di stelle in mano, magari potresti aggiungerne qualche altra! Non si sa mai. Può sempre servire. 😉

  3. Tutti abbiamo bisogno di qualche piccolo segnale di rassicurazione, anche se poi siamo soltanto noi a doverci rimboccare le maniche. Ieri notte era nuvoloso, ma stasera credo che resterò col naso all’insù, a caccia.

    • Certo, il lavoro è nostro e anche la soddisfazione. Ma come dire… creo che in tanti sperimentiamo quella vocina negativa che dice “ma dove vuoi andare”, “ma non ce la farai”, “ma se poi…”. Io ho trovato il modo di combatterla con una voce molto amata, che è diventata la mia voce interna positiva, molto dolce e che mi dà molta fiducia 🙂

      • E come no. La mia si diverte a dipingere scenari apocalittici e cominciano tutti per “e se…”. Sto ancora cercando il modo più efficace di riuscire a zittirla, perché ogni tanto mi infastidisce sul serio. E qui, non solo ce la farò, ma voglio farcela 😉

  4. qui niente cielo velato da nubi basse che riverberavano le luci della città. Di stelle manco mezza. Almeno di quelle con una bella scia lunga. Qualche sfarfallio e basta.Però la temperatura è bassa, troppo per questo periodo.
    Comunque ricordo anch’io, lo scorso anno, una situazione simile alla tua. Stavo rientrando dal terrazzo in mansarda, quando… ecco una due tre scie lunghissime.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...