SABATOBLOGGER 29. – I blog che seguo

2brecommended_blog_0

Nella pancia della balena (chiarettapelle) scrive, tiene laboratori di scrittura, legge, recensisce. Sicuramente è un’altra persona che come me ama smisuratamente le parole. Il giorno che non scorderò è un bel post su un amore mancato che in realtà non è affatto mancato, è stato vissuto unilateralmente ma ha lasciato un profumo, la consapevolezza che comunque un cuore vivo è un dono bellissimo che resta nel tempo. Il sentiero dei nidi di ragno non è forse il libro che ho più amato di Calvino ma sicuramente condivido con Chiara questo amore per uno scrittore dotato davvero in misura insolita della capacità di raccontare la realtà attraverso la fantasia, l’immaginazione, la leggerezza, senza perdere in intensità e profondità. E un’altra bellissima recensione, forse più bella ancora, è questa di Il gioco del mondo di Cortàzar. Prima o poi io tutti questi libri devo davvero leggerli, non solo farmi venire questa voglia matta di leggerli…

Pendolante racconta a modo suo il mondo dei pendolari, le ore trascorse in stazione e sui treni, le persone, i libri e i loro lettori (resi non identificabili, ma comunque presenze importanti), racconti (che sono in effetti quasi sempre appunti sugli incontri reali e le impressioni che suscitano), film in cui i treni siano comunque in qualche modo protagonisti. E la musica, perché a inseguire le canzoni che parlano dei treni si trovano tracce di buona parte della musica italiana. Alcuni personaggi descritti nelle sue storie quotidiane e raffigurati nelle sue immagini sembrano in effetti surreali, come questo Batman da stazione (anche l’ancor più recente Van Gogh in stazione non scherza, comunque). E’ un mondo di cui le piace tutto, le aperture e le chiusure, la pazienza richiesta dagli infiniti inconvenienti, e molto altro. C’è moltissimo di surreale, in effetti, anche in quello che si finisce per accettare come normale, ma c’è la possibilità, per chi ne è capace come Katia, di far tesoro per rilassarsi di quegli stessi momenti che potrebbero essere fonte di stress. E poi anche la tenerezza può sempre annidarsi anche in un Rientro dalla riviera romagnola.

Alice (tra le immaginarie meraviglie) sembra una persona di grandi contrasti, grandi sensibilità e forti emozioni. Spesso i suoi post sono citazioni, magari accompagnate dalla musica. Alcune in particolare le ho trovate molto belle, come questa del 7 marzo 2016. Altre volte le citazioni accompagnano pensieri, riflessioni personali, disillusioni, speranze, sogni ad occhi aperti e non, come in Dialoghi notturni. In 2 anni la citazione è di Garcìa Marquez, anche questa molo bella. Certo si ha l’impressione di una persona ferita che teme molto di aspettarsi qualcosa, con una visione di fondo pessimistica, forse solo in parte dettata dalle esperienze. Forse è anche il contrario. C’è comunque il conforto di sapere che alcune cose salvano, la scrittura, le parole proprie e altrui come una barriera contro l’anestetizzazione. L’apertura alla bellezza passa (anche, forse soprattutto) da lì.

Giuliana Campisi mi dà l’impressione di una persona di grande discrezione e gentilezza, il suo passaggio non manca di colpire proprio perché mai invadente, e tuttavia segno di presenza e partecipazione. Esordisce con un bel pezzo sulle parole e il loro potere contrastante, che credo chiunque scriva conosce: la capacità di ferire e guarire, di essere lievi o violente, comunque espressione di noi, e tra le più profonde. Il vestito azzurro è un breve racconto intriso di malinconica nostalgia ma anche della consapevolezza di tutte le cose belle che lasciano ricordi, ricordi che noi possiamo custodire attraverso un oggetto, una fotografia, un pezzo di stoffa appartenuto a un vestito amato che ha visto tante cose di noi. Tra le poesie, Una tazza di baci mi ha colpita per la sua grazia, ai confini del sogno, una lievità che mi è molto piaciuta.

Anna & Camilla è di fatto il blog di Anna (che potete vedere nelle info, mentre per vedere Camilla, scrive, ci vorrà ancora un po’ di tempo e d pazienza. Anna si dedica a interviste, con particolare attenzione ad autori esordienti, come in  Il mare, una vela, un sogno; e recensioni dei libri che legge, come Fahrenheit 451. Tra le recensioni alcune in particolare riguardano libri che accostano la cucina alla lettura, e in particolare i dolci, come questo notissimo Esotico come il cioccolato (questo è il titolo del post, quello del libro è in realtà Dolce come il cioccolato). Sia nelle interviste che nelle recensioni mi è sembrato che si dia particolare risalto alle motivazioni ed emozioni che stanno dietro alla creazione di un libro, di qualunque genere.

Chiara Saracino’s Blog (essere distanti) Riflessioni, pensieri, sull’amore, sulla paura, sulla solitudine e il silenzio, come questo di Christian Bobin in cui in si parla di quei momenti in cui ci sentiamo in armonia con tutto e tutti perché riusciamo ad astrarci dai pensieri del quotidiano e a vivere semplicemente un momento perfetto per quello che è. Nell’ultimo post Chiara dice che in questo momento non scrive perché preferisce amare, e per tutti c’è quel tempo ed è giusto che ci sia. Forse arriverà anche il momento in cui si scrive perché si ama e perché scrivere è un’altra forma di amore. Per sé e per gli altri. Paura e amore anche in questa bella poesia di valter hugo mãe Giocavamo a cadere uno nelle braccia dell’altro. E amore anche in questa poesia di Roberto Colonnelli.

Annunci

12 Pensieri su &Idquo;SABATOBLOGGER 29. – I blog che seguo

  1. Ti ringrazio per il tempo dedicato e per la tua personale analisi. Fa sempre piacere conoscere ciò che gli altri percepiscono leggendo ciò che si lascia custodito in un piccolo spazio virtuale spesso scrigno di preziosi istanti vissuti intensamente…

    • Figurati 🙂 Quello che dici è molto vero, il nostro piccolo spazio è per noi prezioso, contiene parti importanti della nostra vita e delle nostre emozioni, poi altri che passano possono a volte trovare qualcosa di sé, come leggendo un libro, ci si immedesima, ci si riconosce, si legge “il proprio” libro. Grazie a te…

  2. bella questa tua recensione dei blog, … qualcuno mi ha incuriosito e può darci ci faccia un passaggio a dare un’occhiata 🙂 Pensavo che se scrivessi di me non sarebbe tanto semplice perché il mio blog è sempre diverso e…dicono io sia “sfuggente”… ma chissà 🙂 Buona Ferragosto a te

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...