Oggi ho fatto tardi…

Niente alba, era domenica e non ho messo la sveglia. Per fortuna il mio organismo dev’essersi abituato a un cinque-sei-sette ore di sonno al

massimo, per cui verso le sette e un quarto mi sono alzata comunque, e la mia passeggiata l’ho fatta lo stesso. Niente alba, ma qualche panorama come questo:

20160828_074819

o questi

Salendo fino a un posto che si chiama così:

20160828_080542

I lupi stanno tornando, si dice, ma non ne ho incontrati (purtroppo? Beh, basta che non sia un branco affamato; ma in astratto, il lupo è il mio animale preferito). Volendo però si può fare un picnic qui:

20160828_082014

Un caldo bestiolino già alle sette e mezza del mattino (anvedi che mi ha fatto pure scrivere in rima, da tanto che mi ha dato alla testa). Mi sono abbarbicata al sentiero tutto il tempo come una cozza a uno scoglio, per timore di perdermi se avessi sgarrato anche di un minimo, eppure un certo spirito di avventura comincio a provarlo, a ogni deviazione, a ogni crocevia (e ce ne sono) mi viene sempre più voglia di vedere dove si potrà andare a finire. Oggi era tardi, ma da Pian del Lupo si dipartono ben quattro strade: credo che ne avrete presto notizie 😀

Annunci

21 Pensieri su &Idquo;Oggi ho fatto tardi…

  1. Segnalo un refuso nell’ultimo paragrafo: *perermi invece di perdermi. A parte questo, i luoghi sono sempre incantevoli. Ricordo che una volta ho visto un lupo dal vivo… a Cattolica (Rimini): c’era un tizio che lo portava tranquillamente a spasso al guinzaglio, come fosse un cane qualsiasi. Ci spiegò che lo teneva per non so che esposizioni, ed aveva instaurato con l’animale il rapporto che c’è tra membri dello stesso branco. L’uomo era il capo, mentre il lupo, per conservare la propria natura, doveva fare cinquanta chilometri di passeggiata al giorno e mangiarsi un pollo vivo con la medesima scadenza… In quel momento aveva appena finito il giretto, infatti se ne stava bello comodo, sdraiato sotto una panchina di via Carducci.

    • Corretto, grazie! Ma l’uomo ogni giorno faceva cinquanta chilometri pure lui dietro al lupo?! Bello, io adoravo Due Calzini di “Balla coi Lupi”, ma da che mi ricordo i lupi mi sono sempre piaciuti, da ragazzina ho letto un libro intitolato “Il branco della rosa canina” (me lo ricordo ancora, io che per nomi e titoli sono una frana!) e una favola al contrario in cui il lupo salvava Cappuccetto dal Cacciatore. Da allora ho deciso che quella era la “mia” versione. Ho scritto un racconto sull’amicizia tra un ragazzo e un lupo, l’avevo postato parecchio tempo fa, poi l’ho tolto per un concorso, magari lo riposterò di nuovo 😀

  2. beh! l’orologio biologico non sbaglia un colpo. Una bella passeggiata nel bosco alla ricerca di un brando di lupi affamati. Mi sa che in questo periodo i lupi preferiscano altre prede. 😀
    serena serata

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...