Rolli Days 3 – Villa del Principe

Direi senza ombra di dubbio il più bello dei palazzi visti tra ieri e oggi, e del resto non c’è da stupirsi, essendo Andrea Doria personaggio di statura internazionale e direi senza tema di smentita il più potente in assoluto tra tutti i vari nobili genovesi, sia contemporanei, sia precedenti e successivi (era anche principe sì, non di genova ma di Melfi, titolo attribuitogli dagli Spagnoli)

Quelli che seguono sono alcuni arazzi raffiguranti inverno e primavera, e in seguito altri che raccontano, come in un vero e proprio fumetto, la storia di Alessandro Magno. Come per quanto riguarda l’affresco che ritrae Zeus vittorioso sui Titani, sono tutte “allusioni” alle conquiste e alle glorie del più noto dei Doria (nel caso dell’affresco in particolare, si allude alla vittoria sulla Congiura dei Fieschi, nella quale uno dei figli di Andrea era stato ucciso, ma alla fine lui ne era uscito vittorioso).

Seguono poi alcune stanze (ancora utilizzate dalla famiglia). La scultura in legno dell’ultima foto non è visibilissima, l’ho voluta comunque riprendere perché mi piaceva davvero molto.

Qualche scorcio di Genova visto dalle terrazze del palazzo, le ultime foto all’ingresso prima di lasciarlo definitivamente…

… e quindi uscimmo a riveder le stelle…

Queste sono le ultime foto di ieri sera. Le foto di oggi comincerò forse a postarle stasera più tardi o altrimenti domani. Ci sono altre gioie per gli occhi!

Annunci

7 Pensieri su &Idquo;Rolli Days 3 – Villa del Principe

      • Giusto. Mi hanno raccontato che qualche decennio fa cercarono di distruggere il Boscoincittà, un parco non lontano da casa mia – l’ho sempre amato, c’è anche il laghetto con le anatre. I residenti del quartiere si piazzarono là con le sdraio e impedirono di azionare le ruspe e costruire chissà che alveari…

      • Nel caso di Palazzo del Principe parliamo addirittura di fine Ottocento, con la costruzione della ferrovia. Purtroppo sono stati fatti comunque degli scempi, in particolare il giardino è andato quasi tutto perduto, benché quello che resta sia anche bello, ma un tempo prendeva tutta la collina di fronte. E’ stato l’inizio di una speculazione edilizia devastante, da cui si sono salvati alcuni gioielli ma altri non sono stati così fortunati…

      • Quanto a speculazioni, potrei citare di tutto e di più: tra quel parco che dicevo e la città ci sono campi e risaie, che si sta cominciando a erodere per tirar su tre casermoni di appartamenti, non molto belli. E non è nulla, rispetto ad altri scempi…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...