Diario di viaggio 5. 30 ottobre – sera del primo giorno

Per fortuna non ha piovuto tutto il giorno, a un certo punto siamo riusciti a uscire e abbiamo cominciato ad avventurarci nei dintorni dell’albergo tanto per prendere confidenza coi luoghi, prima di ampliare i nostri orizzonti. Siamo saliti fino alla Grace Cathedral, ci tenevo molto a vederla. La cattedrale domina la (s)Nob Hill – in origine California Hill, perché si trova in cima appunto a California Street. Questa collina (una di 44, per inciso, leggo su Wikipedia, in una città che è circa la metà di Genova. Wow!) ospita alcune tra le residenze più lussuose dei primi del Novecento. I Big Four, ricchi magnati delle ferrovie chiamati appunto Nobs, vi costruirono infatti le proprie dimore, ognuno cercando di surclassare l’altro in termini di sfarzo e ostentazione. Oggi queste residenze, sopravvissute ai terremoti, sono sedi di alberghi, ovviamente per poveracci. Non c’è da stupirsi che il quartiere sia stato ribattezzato Snob Hill.

La cattedrale mi ha debitamente colpita, non so se le foto rendono tanto, è un vero spettacolo. Qui sono state girate alcune scene di Bicentennial Man, quindi per me era un must, ma è un luogo che vale comunque una visita. Leggo dalla guida: La terza cattedrale episcopale più grande della nazione è lunga 100 m e ha una guglia alta 75 m. Fu costruita sul modello di Notre Dame di Parigi. E’ costruita in cemento armato, però, anziché in pietra (per fini antisismici). Tra le altre curiosità, la Singing Tower con un carillon composto da 44 campane di bronzo di vario peso, provenienti dall’inghilterra. Purtroppo non le ho sentite suonare, pare facciano un gioioso frastuono ma per questo devo fidarmi della guida. Su alcune delle finestre ci sono ritratti di personaggi vari come Henry Ford e Albert Einstein. Un labirinto sul pavimento riproduce l’originale in pietra della Cattedrale di Chartres e il percorso simboleggia un pellegrinaggio religioso.

Annunci

3 Pensieri su &Idquo;Diario di viaggio 5. 30 ottobre – sera del primo giorno

  1. Bellissime foto. Per quanto ispirata a Notre Dame, la cattedrale mi sembra avere anche un accenno d’italianità: quando ho visto la foto del portale, infatti, mi è venuta in mente la quarta porta del Battistero del Duomo di Firenze, decorata a pannelli dorati con scene bibliche a sbalzo realizzate dal Ghiberti all’inizio del Quattrocento. Quella che Michelangelo definì “la Porta del Paradiso” – e tutti sanno quanto fosse difficile ottenere da lui un giudizio positivo…

    • Immagino che ci fossero molte influenze reciproche all’epoca, la forma della chiesa è decisamente somigliante a Notre Dame, però è vero, il portale è particolare e non sembra preso né da Notre Dame né da Chartres, possibilissimo che si siano ispirati al portale italiano di cui parli tu, l’Italia del resto è piuttosto presente in giro, a partire da una riproduzione della Porziuncola di cui parlerò e… beh, dal nome della città, che viene dal nostro San Francesco 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...