Ok, arrendiamoci un po’ a Sanremo… ma non troppo

Ho approfittato di un momento di pausa oggi per ascoltarmi alcune delle canzoni della serata di ieri senza dovermi sorbire il contorno, perché sono curiosa ma troppo snob per poter sopportare i conduttori, gli ospiti e i vari riempitivi per un tempo superiore ai 15 secondi. Ho sentito il primo paio di canzoni delle nuove proposte distrattamente, continuando a fare altro. Sulla terza mi sono fermata. E più andavo avanti più pensavo “bella”. Sono talmente fuori dal mondo che non solo non sapevo niente di polemiche e robe varie, ma neanche avevo capito che si parlava di migranti (l’ho scoperto andando poi a cercarmi qualche notizia sul cantante). Quindi il mio giudizio, posso dirlo, era del tutto incontaminato da questioni che non fossero “il testo mi piace”, “la musica mi piace”, “la voce mi piace” (così così, ma devo risentirla). Penso che quasi sempre quando una canzone colpisce ci voglia almeno un altro paio di ascolti per capire se poi vale davvero o no, per adesso tutto quello che posso dire è: ho sentito sei canzoni finora, una non mi è dispiaciuta ed era quella di Leonardo Lamacchia, ma l’unica che mi sono fermata ad ascoltare con attenzione, e di cui fino alla fine ho pensato “davvero, davvero bella” è stata quella di Braschi. Per quel che vale…

Annunci

27 Pensieri su &Idquo;Ok, arrendiamoci un po’ a Sanremo… ma non troppo

  1. Ieri sera ho fatto come te ed ho avuto le stesse impressioni su Braschi….mi piace, anche se devo ripetere l’ascolto e già penso di comprare il cd. A battuta ho detto: questo mi piace, stai a vedere che lo eliminano subito…
    Infatti!

    • Io non ce l’avrei fatta ieri sera… in questo devo dire Internet è una benedizione: vai sul sito della rai, clicchi sul minuto dove c’è quello che vuoi sentire e salti tutto il resto a pié pari, felice come una pasqua. Quanto all’eliminazione, sai, non è detta l’ultima parola, perché… Sanremo è Sanremo, e ci sono canzoni vincitrici che abbiamo tutti pacificamente dimenticato il giorno dopo e canzoni arrivate ultime o eliminate che hanno avuto la loro vendetta in seguito (hai presente Vita Spericolata di Vasco Rossi o Donne di Zucchero? Una arrivata penultima, l’altra credo addirittura ultima. E hanno portato fortuna, diciamo…) 😀

      • Non ce la farei in nessuna serata, ho smesso di guardare il festival a inizio anni ottanta, ma rimane la curiosità per il nuovo…sai mai che si scopre qualcuno che merita veramente? 😊

      • ah, avevo capito male, avendomi parlato di ieri sera pensavo lo avessi almeno a sprazzi guardato, invece hai fatto come me. No neanch’io ce la farei in nessuna serata.
        Non si sa mai, qualcosa di interessante può sempre capitare 🙂

  2. Personalmente non mi è piaciuta. A parte il tema scontato, che mi lascia sempre un’idea di sfruttamento della notizia in stile Barbara D’Urso – ma ammetto che se non avessi saputo l’argomento prima non avrei capito di che cosa stesse parlando esattamente: sarà un punto a favore? – mi ricordo una cosa sola, che ci ha dovuto infilare dentro una parolaccia da qualche parte. Quando uno fa così, o ha dei motivi forti, che qui non ho visto, o sta cercando disperatamente di attirare l’attenzione non avendo altro modo. Questo è un parere personale, intendiamoci. Ognuno ha la sua impressione.

    • Non so, come dicevo la devo risentire, a me non era sembrata fuori posto la parolaccia, mi sembra abbastanza probabile che chi parte per necessità abbia dentro una rabbia contro il mondo e pur non avendo capito subito di cosa parlava mi pareva comunque che quella rabbia non stonasse, le parole mi erano piaciute, ci ho sentito qualcosa di cantautorale, la musica al secondo ascolto meno, ma la voce di più. Forse deve “crescere”, anche nel modo di parlare di questi temi; può anche essere che semplicemente in mezzo al “nulla” che lo circondava mi sia sembrato più di quel che era. vedremo se resisterà, migliorando, o se scomparirà nel nulla. 🙂

      • Quello sarebbe un indice sicuro di bravura, perché ci sono cantanti che hanno persino vinto un Festival in categoria Big per poi scomparire: tipo una certa Gilda, studentessa in medicina che arrivò prima nel ’75 e di cui non si è saputo più nulla; Tiziana Rivale (1983) o Franca Raimondi, operaia in una fabbrica di caramelle che vinse nel ’56 e sparì com’era comparsa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...