Caotiche nostalgie (musicali)

 Oggi gira così, caotiche nostalgie: partendo dai Pretenders, una canzone che ha toccato certe corde, Youtube mi ha portata a San Francisco con una delle canzoni che (ovviamente) amo di più, e da lì a California Dreamin’ il passo era breve. House of the Rising Sun la conoscevo ma non sapevo né il titolo né di chi fosse. Ho riempito una lacuna 🙂
Oh, why you look so sad, the tears are in your eyes,
Come on and come to me now, and don’t be ashamed to cry,
Let me see you through, ‘cause I’ve seen the dark side too.
When the night falls on you, you don’t know what to do,
Nothing you confess could make me love you less,
I’ll stand by you,
I’ll stand by you, won’t let nobody hurt you,
I’ll stand by you
So if you’re mad, get mad, don’t hold it all inside,
Come on and talk to me now.
Hey there, what you got to hide?
I get angry too, well, I’m alive like you.
When you’re standing at the cross roads,
And don’t know which path to choose,
Let me come along, ‘cause even if you’re wrong
I’ll stand by you..
Annunci

13 Pensieri su &Idquo;Caotiche nostalgie (musicali)

  1. House of the rising sun è, se non sbaglio, una canzone tradizionale delle parti di New Orleans… Bellissima la versione rockettara degli Animals, ma a me personalmente fa impazzire la versione nasale di Bob Dylan (a cui ho giusto dedicato un post oggi, ma è una coincidenza)…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...