SABATOBLOGGER 53 – I blog che seguo

2brecommended_blog_0

Vondernebel (di ombre e catarsi…): Fabio “scrive cose random per hobby”, ama gli ailanti (e se non sapete cosa sono vi lascio la curiosità di scoprirlo, se l’avete).  “Un blogger schivo, un po’ orso” che ama “le cose d’impatto, i colpi inaspettati” e  “il calore intorno. Ridere, prendere in giro, scrivere. Un orso futurista.” Uno spazio per lui, per scrivere di sé e per chiunque voglia leggere, “sotto forma di poesia, racconti, aforismi, battute… un po’ tutto quanto”. Dato che a me piacciono particolarmente le poesie vi suggerisco tre post di questo tipo, EtimologiaFiori e Norma Noir, ce ne sono tante altre almeno altrettanto belle, però trovate anche diari umoristici, pensieri, tg ironici, post sui cani (e i gatti)… insomma, ce n’è per tutti i gusti…

La pallina rossa (Ciro) si definisce incoerente, curioso, molto introverso; misantropo; leggermente agorafobico; ansioso; molto bipolare. “Non mi fermo mai davanti a niente Uno dei miei segreti è che mi piace ciò che non mi piace… (Ossia, pur essendo aracnofobico, mi divertirei un mondo a vedere un grosso ragno in giro per la stanza; oppure sedermi sulle ringhiere e sentire la testa che gira vorticosamente per le vertigini). Ama quindi le sfide, adora gli incubi e odia le persone noiose e i preconcetti. Condividiamo l’amore per la lettura e la scrittura, non quello per la borsa. Studia fotografia, pratica sport rischiosi e ha un amore ossessivo (parole sue) per la sua moto. Ecco l’idea di poter un giorno scappar via da tutto e da tutti… condividiamo anche quella, anche se so che (probabilmente) io non lo farò mai, o meglio, se scappassi, lascerei sempre una porta aperta verso il ritorno, proprio come adesso ho una porta aperta verso l’altrove. Potete guardare qui alcune sue foto (davvero belle), o leggere partendo da qui la storia della volta in cui ha rischiato di perdere la preziosa pallina rossa, o farvi un giro per la Calabria (coast to coast). L’ultimo post, devo dirlo, risale a otto mesi fa e non so se Ciro intenda riprendere a scrivere.

Sguardi e percorsi : ama scrivere e riflettere su ciò che vivo. Capisco benissimo quell’andare a periodi: “a volte le parole son lì che premono per uscire; sono sensazioni, stati d’animo, inizi di pensieri che chiedono spazio per chiarirsi e dispiegarsi. Altre volte le parole non vengono proprio, l’ascolto non raccoglie suoni ma rumori, brusii inafferrabili, silenzio”, come dice lei. “E altre volte ancora il quotidiano incalza, un po’ sordo, un po’ troppo pieno ed affrettato”. Ma capisco la felicità che prende mentre le parole “tornano a fluire sulla tastiera”, o quando si prende una macchina fotografica e si vedono cose che altrimenti forse sfuggirebbero, o si vedrebbero con occhi diversi. Anche l’amore per la bellezza ci accomuna. “Il terrore si presenta da solo. La meraviglia dobbiamo cercarla”. Non sappiamo ciò che accadrà ma finché ci siamo possiamo cercare di “trovare i nostri confini” per diventare noi stessi ad ogni istante, come nella statua di Michelangelo: il Prigione che si risveglia. Trovare il senso che sta, se non altro, nel fatto stesso di esserci. Con quel senso di stupore e meraviglia che solo, forse, può controbilanciare il terrore. Ho scelto due post di “scrittura” secondo me molto intensi, Momenti senza bellezza e Il senso della vita, per me e uno di fotografia, nella nebbia.

Puntata breve e in ritardo, ma non volevo mancare… Buon viaggio tra i blog, a sabato prossimo (spero) 🙂

 

Annunci

5 Pensieri su &Idquo;SABATOBLOGGER 53 – I blog che seguo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...