SABATOBLOGGER 54 – I blog che seguo

2brecommended_blog_0

Luoghi d’autore Web Magazine di viaggi e cultura a cura di Emanuela Riverso, come si legge nella presentazione, esplora il rapporto tra l’autore e il luogo che sceglie come “suo”, non necessariamente quello dove è nato, può esservi anche giunto per caso, ma è quello dove si crea un legame con ciò che scrive. Si racconta, insomma, l’Arte del Viaggiare sfogliando le pagine di un libro, curiosando fra piccoli e grandi eventi, catturando immagini e descrivendo i rifugi del viaggiare, storiche dimore o accoglienti locande, quei luoghi di incanto che completano le suggestioni di un viaggio”. Sapete quanto io ami i viaggi, in senso stretto e in senso ampio (beh, non per nulla sono una viandante, sia pure intempestiva), e dunque anche chi ne parla, li racconta, segue un sogno proprio o altrui o la traccia di un artista amato ripercorrendo i suoi luoghi. Visto che è ancora in corso, vi propongo dunque questa manifestazione, “AUTORI DI OGGI. CAPOLAVORI DI IERI” – EDOARDO ALBINATI E LE AVVENTURE DI PINOCCHIO, che si svolge nelle Ville medicee di Poggio a Caiano e Artimino (Firenze) fino al 27 maggio prossimo. Altra cosa interessante, questa Guida alla letteratura britannica, che suggerisce luoghi e itinerari legati ai grandi autori del Regno Unito. infine, il festival che ogni anno si svolge a Odense, dedicato al mio amato H.C. Andersen.

Sirena Guerriglia (Lorella Ronconi) soffre di pseudoacondroplasia-poliepifisaria, e anche dopo aver superato un delicatissimo intervento chirurgico che la ha salvato la vita, è costretta per molto tempo a letto a causa dei dolori che le sue condizioni le provocano. Nel tempo si è dedicata a molte attività, sia di impegno civile (conducendo una battaglia senza fine per l’abolizione delle barriere architettoniche con moltissimi riconoscimenti anche di grande importanza), sia artistiche. In questo campo in particolare ha iniziato con la pittura, anche su stoffa, ma avendo dovuto abbandonarla per l’aggravarsi della malattia, ha iniziato a esprimersi attraverso la poesia e la scrittura in genere. Per quanto riguarda le barriere architettoniche, ad esempio, potete trovare un approfondimento qui, con una particolareggiata descrizione della disciplina legislativa (purtroppo con norme non sempre applicate poi nella pratica); tra le poesie questa Io ruoto, in un mondo fatto di passi, esprime tutta la sofferenza e il desiderio impossibile di libertà, ma anche la determinazione di chi comunque non si ferma. Anche se, rispetto a questa poesia, l’autrice osserva che appartiene a un passato in cui ancora si “ripiegava sulla sua condizione”. Avendo ritrovato ancora più forza e autostima e cambiato pelle, dice, ora “guizza”: è diventata una Sirena che “nuota e si muove in energica sintonia con il suo mondo”; e combattiva (da cui “Guerriglia”) per l’uguaglianza dei diritti nell’unicità di ciascuno. Sabbia infine è una canzone di Paolo Mari dedicata a chi combatte contro la malattia.

Trip or trek Un blog di viaggi, anzi, di “grandi avventure nate da piccoli passi”, creato da Sara. Viaggi veri e propri, naturalmente: Africa, Asia, Medio Oriente, Europa, ma anche Italia, comprese le destinazioni che si possono visitare anche in un solo giorno, perché non dimentichiamo che viaggiare non richiede necessariamente la distanza, basta essere disposti ad allontanarsi da ciò che è solito. anche solo col cuore o con lo sguardo. Non mancano gli appuntamenti settimanali, con eventi che possono costituire altrettante scuse per muoversi. Ci sono anche le novità più interessanti e le idee più curiose (alcune davvero geniali) nella categoria “accessori da viaggio”. Sappiamo poi anche che uno dei modi più affascinanti (e più economici, se vogliamo) per girare il mondo è anche la musica, come ci ricorda Sara in questo post, appunto il mondo in musica. Ma il clou del blog naturalmente sono i luoghi, tutti speciali, da quelli più “esotici” come il Myanmar (o ex Birmania), a quelli Europei, più o meno classici, dove comunque puoi trovare (ovviamente) l’inaspettato ad esempio visitando una meta poco gettonata come Bratislava, in Slovacchia. E poi come accennavo l’Italia, tra borghi medievali, fossili, ciminiere, terme e persino canyon.

Ma Bohème (Primula): Francesca, ma per tutti Primula, appunto, un nome primaverile per una nascita all’inizio della primavera. Laureata in Lingue e Letterature Straniere Moderne, insegnante di Lingua e Letteratura Francese, appassionata del suo lavoro e della sua materia, ma anche della lettura in genere, “dalla poesia al romanzo, dalla politica alla cronaca” e della scrittura. Il suo blog lo descrive come “un susseguirsi di riflessioni suggerite dalle mie letture e dalle sollecitazioni della vita quotidiana: cronaca, attualità politica, incontri, esperienze… e mi avventuro proprio come una bohémienne”. Se potesse scegliere un’epoca del passato in cui vivere sarebbe quindi quella: “il periodo della Belle Epoque a Parigi tra dandy, bohémiens, caffè letterari, pittori”. Viene fuori, anche da altri post, il ritratto di una persona che ama stare in mezzo agli altri, parlare (oh, come capisco la loquacità!), leale, “dalle mani bucate” (eh!) e nel complesso molto realizzata, serena, attenta (agli altrui sentimenti, intendo), una persona con cui – mi viene da dire – si tocca con mano quanto la vita dia (anche) cose buone. A saperle vedere, naturalmente. Ha scritto un libro che devo assolutamente leggere, già dal titolo (Le radici dell’anima) ma più ancora per il tema e il contenuto. Vi propongo Spazio e armonia, riflessioni a partire dalla poesia Le visage de la paix di Paul Éluard, anzi “29 pennellate di parole” accompagnate dalle illustrazioni di Picasso; L’arte dei liutai a Cremona e L’esperienza del dolore, recensione di un libro, Il bambino al cobalto, che parla di amore per la vita e voglia di fuga in una situazione difficilissima di malattia, perché sono d’accordo con Primula, di certi argomenti occorrerebbe parlarne con calma e non sull’onda di fatti di cronaca.

Buona domenica, buon viaggio tra i blog e a sabato prossimo!

Annunci

10 Pensieri su &Idquo;SABATOBLOGGER 54 – I blog che seguo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...