Sono a casa

Image result for home sweet home

Immagine presa da qui

Sono a casa, un po’ stanchina dopo nove giorni in ospedale, di cui cinque a digiuno, nutrita via flebo, ma tutto sommato ho ancora buone riserve di energia. Un po’ preoccupata per l’operazione che non mi hanno fatto ma che a quanto pare è solo rimandata, e da fare in tempi non lunghissimi (e sì, l’ho capito che è una sciocchezza, e sono ben felice che non sia niente di più grave, ma a me le operazioni preoccupano, anche le più semplici), ma comunque abbastanza tranquilla. Adesso piano piano riprendo le fila. Del mio blog, dei vostri, della scrittura, del lavoro, di tante cose. Ma prima di tutto, di me stessa.

Lascio da parte i disaccordi tra dottori, il male e la paura e mi porto dietro almeno tre cose importanti: la prima, il mio piccolo che è venuto a trovarmi, e lo so io quanto è stato difficile per lui; la seconda, una bellissima nuova conoscenza con la mia compagna di letto, con la quale forse non ci saremmo mai incrociate, non avevamo nemmeno un’amicizia in comune e a Genova non è facile, da un’occasione non bella è nata una cosa piacevolissima; la terza, non meno importante, l’idea di alleggerire ancor più il viaggio per dare spazio a  quello che è veramente prioritario per me, non tanto per correre meno (che sarebbe sicuramente positivo in sé), ma soprattutto per creare un’alleanza più forte con il mio tempo.

45 Pensieri su &Idquo;Sono a casa

  1. bentornata! alcune esperienze ci provano, è vero, ma al contempo ci fortificano e a volte ci sorprendono. per fortuna, nel bilancio, hai anche potuto mettere elementi positivi. mi piace molto la tua frase: “non tanto per correre meno (..) per creare un’alleanza più forte con il mio tempo”. Sì, bisogna farselo alleato questo tempo che abbiamo a disposizione, spremergli fino all’ultima goccia di amore e di vita. Ciao, Pina

  2. insomma un piccolo calvario senza operazione finale. L’operazione è banale ma è pur sempre un’operazione. Quando feci molti anni fa l’appendicite, digiunai cinque giorni e persi sette chili 😀
    Ma l’operazione la fanno oppure no?

  3. Ecco la ragione per la quale ti avevo perso e chissà perché oggi proprio oggi sono venuta a portarti il mio abbraccio quasi me lo sentissi.

    Non aggiungo altro Ti sono vicina.
    sherabbraccicari 🌷💜🌷💚🌷💙

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...