I’m flying

Dormo poco in questo periodo. Mi capita spesso di svegliarmi verso le due, le tre di notte e sentir poi suonare le tre, le quattro, le cinque… poi assopirmi per svegliarmi definitivamente tra le sette e le nove, a volte anche prima, mai più tardi. Dovrei alzarmi e scrivere, tanto so che quando è così, non c’è verso. Non ho sonno, non mi agito, non sono affaticata. Solo, non dormo. Le parole da scrivere scalpitano, questo sì. Forse è segno che dovrei osare davvero, alzarmi, scrivere a quell’ora in cui l’istinto è più attivo, la mente razionale meno allerta.

Stanotte mi sono alzata, ma solo per uscire fuori un momento a guardare il cielo. Non le stelle cadenti, sapevo già che non ne avrei viste, quelle che mi interessano adesso sono le stelle che restano, quel magnifico insieme di puntini che illuminano un percorso, e che ritrovi sempre là, al loro posto, che i desideri li rischiarano, più che realizzarli, perché non è quello il loro compito.

Oggi, nonostante tutto, sono felice. Mi prendo cura di alcune cose importanti, concrete, ed è uno dei modi di prendermi cura dei pensieri che ti appartengono. Non ti aspetto solo in quel luogo tra il sonno e la veglia, ti aspetto mettendo i piedi in terra e ascoltando il modo in cui quel contatto mi vibra dentro, ti aspetto nelle parole che vorrei inventare e in quelle che penso di sapere e che cerco inutilmente, ma ti vivo profondamente nelle parole che arrivano e che metto sul foglio, anche quando poi decido di cambiarle. Cerco nuove angolazioni, strade diverse, mi ribello ed è la tua ribellione poetica, così forte, così impregnata di mondo, di persone, di luoghi.

E penso che questo è un anniversario di vita, non di morte.

I’m flying
Yes, my love”

(da: The World According to Garp)

16 Pensieri su &Idquo;I’m flying

    • Non mi stanca tanto, anzi, potrei dire che mi piace molto, mi piacerebbe soprattutto smettere definitivamente di pensare che sia “l’ora di dormire” e decidere che il mio corpo ha ragione, l’ora di dormire e quella di fare altro dipendono da lui e non dall’orologio. Certi pensieri, comunque, li amo a prescindere, a qualunque ora si presentino, poi cerco di metterli su carta, per non perderli. Buona domenica anche a te ❤

      • I miei pensieri notturni vagano e poi si concentrano su quelli che sono i miei problemi del momento e non ne escono. Sai quante volte sono costretta ad accendere la Tv per distrarmi e rilassarmi?! In inverno poi, quando so che alle 7 devo alzarmi e devo andare a lavorare a scuola… 😕😔

  1. anch’io dormo poco – in effetti ho sempre dormito poche ore per notte. Mi bastano tre o quattro ore di sono leggero, normale per essere vispo e sveglio il resto della giornata.
    Come te mi sveglio verso le tre e poi dormire a strappi fino alle sette, quando mi alzo.
    Forse per entrambi è il caldo notturno che ci tiene svegli.

    • Ma intendiamoci, a me non capita poi tanto spesso, se non per brevi periodi, altrimenti non reggerei. Devo dire comunque che amo moltissimo scrivere tardi, specialmente dopo la mezzanotte, le rare volte che sono da sola in casa! Grazie…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...