Programmare

Programmare, pianificare… ah! Che brutte parole! Ma… se imparassi che programmazione e creatività, pianificazione e sogno non sono in contrasto, ma complementari tra loro, due facce della stessa medaglia? Inizio a pensarlo…

Edit: ma guarda, ne avevo già parlato qui e non me lo ricordavo. Appunto… e… a volte ritornano (i pensieri, ciclicamente).

13 Pensieri su &Idquo;Programmare

    • Hai ragione, ma di fatto nella parte lavorativa ovviamente mi tocca programmare per forza. Io parlavo proprio del programmare “il resto”. Cosa che non mi piace, ma comincio a pensare che abbia i suoi lati positivi, perche’ altrimenti il “resto” finisce per passare nel dimenticatoio “tanto poi ci sara’ tempo”, oppure si fa “a caso” in maniera caotica, mentre anche nel campo degli hobby e simili, ci sono cose che dovrebbero avere una loro priorita’.

      • Siamo sotto attacco. Lavoro, burocrazia, stato, sistema sanitario, tecnologia: tutto ci obbliga a impegni inderogabili, che dobbiamo organizzare se no si ferma tutto. Io sto lottando per “programmare” dei tempi dove non pensare a nulla e non programmare nulla… la prima cosa, dalla quale partire è comprendere che alcune cose non sono per niente importanti e bisogna lasciarle perdere. Bisogna fare attenzione anche alle persone delle quali ci circondiamo.

      • Sì anche questo è vero, ma in realtà io mi circondo di pochissime persone e cerco di fare solo cose importanti, oggettivamente oppure per me. Ma se non mi programmo le cose importanti “per me”, come se fossero impegni, finiscono sempre in fondo in fondo alla lista.

  1. Certo l’uomo è costretto a programmare sin dalla notte dei tempi se non altro per seguire il ciclo del giorno, delle stagioni, della vita. Oggi tutto è portato alla esasperazione. L’importante è lasciarsi degli spazi “a piacere”😀

    • Ovviamente non intendo programmare “cosa scrivere” e “quando scrivere” o cose del genere. Pero’ “prendermi cura” delle cose che servono a me, dedicando un tempo della giornata, sempre, organizzandomela in modo da non trovarmi poi a essere troppo stanca, a non avere tempo, ecc. Considerare il tempo della scrittura almeno altrettanto importante di quello dedicato ad altre cose, alle quali (troppo) spesso diamo la priorita’.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...