Per forza ero stanca…

Uff, stamattina, glicemia altissima a digiuno, mi tocca mettermi a regime sul serio, e meno male che mi piacciono la quinoa, il pesce e le verdure e adoro il sesamo, e l’olio mi è permesso (se no sai che ridere, tutto bollito e scondito). Ho postato due ricette neanche poi così golose e subito… zan! La cosa più scocciante è che devo mangiare sempre tutto, primo, secondo e soprattutto contorno, ovviamente in dosi ragionevoli, ma così ogni volta mi tocca cucinare due pasti diversi, una per me e una per i miei compagni di vita e di avventure. Oggi riso e quinoa (spero che la quinoa compensi quel poco di riso che ho mangiato) conditi con filetto di orata bollita e un po’ di carota (come contorno, ogni tanto va bene) e di cipolla prese dal brodo di cottura del pesce. Beh, almeno, se a regime devo stare, mangio il pesce che piace a me.  E per un  po’ non sgarro!

La mia farinata di ceci

Ne ho fatte due, in effetti, una semplice e una al rosmarino. Quella al rosmarino, me lo dico da sola, era buonissima. Solo acqua, farina di ceci, sale, un po’ d’olio. Far cuocere prima 6-7 minuti nella parte bassa del forno, poi 10 minuti, o anche meno se è sottile, al centro. 250 gradi in forno statico, 220 in forno ventilato. Sfornare e gustare 🍽😋