Dieci pensieri a caso su Sanremo

Dieci pensieri su Sanremo (di cui ho visto l’ultima puntata, delle altre ho solo ascoltato alcuni pezzi su Internet), scritti un po’ così, come mi sono venuti:

1 – ma quanto è bravo Favino?

2 – Ron in effetti è una spanna sopra tutti gli altri, penso che il Premio della critica sia la cosa più giusta e forse quello che davvero desiderava

3 – A me gli Stato Sociale hanno fatto tanto rimpiangere Rino Gaetano, di cui mi sembrano la versione stonata, ma forse è questione di età

4 – Matamoros… pardon, Meta & Moro sono carini, soprattutto il primo, e probabilmente ci credono, ma a me la loro sembra la classica canzone impegnatina di Sanremo, che ti fa sentire tanto buonino con poco sforzo

5 – La Vanoni premio per l’interpretazione non si può sentire. Mi piaceva tanto, ma secondo me avrebbe fatto meglio a smettere di cantare almeno 5-6 anni fa (e tralascio il resto, perché il gossip lo faccio solo tra me e me e al massimo con pochi intimi).

6 – Comunque secondo me Avitabile e Servillo avrebbero meritato un miglior piazzamento.

7 – Annalisa… mah! La sua canzone l’avevo completamente dimenticata prima di vedere che era arrivata tra le prime tre. Forse merita un secondo ascolto. Forse.

8 – Ok, io avrei fatto arrivare Barbarossa almeno terzo ma l’ho detto che sono di parte, mi piace come persona, mi piacciono le persone e le canzoni delicate e intense e la sua canzone è appunto così, come credo sia lui, mi dà questa impressione (avendolo visto anche a teatro, tra l’altro).

9 – Baglioni ha una grande classe e una grande voce

10 – Mirkoeilcane… è una canzone? non è una canzone? E’ una poesia con un buon accompagnamento musicale e un ottimo senso del ritmo? Ecco, forse questo. In ogni caso io l’ho trovata tra le più belle.