Il cielo a Genova stamattina

Annunci

Rolli Days – Palazzo Ambrogio Di Negro

La famiglia Di Negro era molto importante a Genova soprattutto per i commerci (per questo il Palazzo da su Piazza Banchi, centro degli scambi all’epoca), ma Ambrogio finì per acquistare anche prestigio e cariche politiche, fino a diventare doge. Nel suo palazzo fece dipingere (dalla bottega di Andrea Semino) due cicli di affreschi, rispettivamente dedicati ai miti di Paride e di Perseo. Pare che il messaggio da far passare fosse la possibilità di arrivare in alto superando le difficoltà, grazie all’onestà e all’impegno.

Rolli Days – La Chiesa di San Pietro in Banchi

Ricordate che qualche giorno fa nelle mie scorribande antelucane tra i carruggi di Genova, ho fotografato tra l’altro la Chiesa di San Pietro in Banchi, l’unica costruita al di sopra di locali commerciali.

20161008_072512

Narrano le cronache che nel luogo dove oggi sorge la chiesa, c’era anche in tempi antichi un edificio religioso, distrutto durante i conflitti tra Guelfi e Ghibellini, a cui però i Genovesi erano molto affezionati. Intorno agli anni Settanta del Cinquecento, durante un’epidemia di peste, alcuni frati ebbero una visione, la Madonna promise di intercedere per far cessare l’epidemia se in quel luogo fosse stata costruita una chiesa a lei dedicata. I Padri del Comune fecero voto, si era in giugno, e in ottobre l’epidemia cessò. Siccome però il denaro non bastava, per completare la costruzione (opera dell’architetto Bermardino Cantone) fu finanziata con l’affitto e la vendita di alcune botteghe e magazzini posti nella loggia sottostante. Per questo motivo la chiesa fu collocata su una terrazza sopraelevata, e ancora oggi, come si vede, al di sotto di essa si svolgono attività commerciali.

Bene, durante i Rolli Days di sabato e domenica scorsi, la chiesa era aperta ai visitatori, per cui ho potuto fotografare anche gli interni davvero stupendi secondo  me, soprattutto le decorazioni in marmo della cupola sopra l’altare.

20161016_112334

Uscendo poi mi sono imbattuta in questa edicola votiva settecentesca, tra Via Ponte Reale e Vico DeNegri, dedicata alla Madonna e a San Zaccaria.

20161016_112639

A domani con qualche altro gioiellino 🙂

Rolli Days 3 – Villa del Principe

Direi senza ombra di dubbio il più bello dei palazzi visti tra ieri e oggi, e del resto non c’è da stupirsi, essendo Andrea Doria personaggio di statura internazionale e direi senza tema di smentita il più potente in assoluto tra tutti i vari nobili genovesi, sia contemporanei, sia precedenti e successivi (era anche principe sì, non di genova ma di Melfi, titolo attribuitogli dagli Spagnoli)

Quelli che seguono sono alcuni arazzi raffiguranti inverno e primavera, e in seguito altri che raccontano, come in un vero e proprio fumetto, la storia di Alessandro Magno. Come per quanto riguarda l’affresco che ritrae Zeus vittorioso sui Titani, sono tutte “allusioni” alle conquiste e alle glorie del più noto dei Doria (nel caso dell’affresco in particolare, si allude alla vittoria sulla Congiura dei Fieschi, nella quale uno dei figli di Andrea era stato ucciso, ma alla fine lui ne era uscito vittorioso).

Seguono poi alcune stanze (ancora utilizzate dalla famiglia). La scultura in legno dell’ultima foto non è visibilissima, l’ho voluta comunque riprendere perché mi piaceva davvero molto.

Qualche scorcio di Genova visto dalle terrazze del palazzo, le ultime foto all’ingresso prima di lasciarlo definitivamente…

… e quindi uscimmo a riveder le stelle…

Queste sono le ultime foto di ieri sera. Le foto di oggi comincerò forse a postarle stasera più tardi o altrimenti domani. Ci sono altre gioie per gli occhi!