Qualche foto di Pistoia – premiazione del concorso di Racconti Brevi Il Torrente

20171021_14372720171022_20374520171021_14370420171021_143840

Qualche foto di Pistoia, dove siamo arrivati ieri per la premiazione del concorso di racconti brevi “Il Torrente”. La premiazione è stata questa mattina, e dopo abbiamo mangiato (molto bene) alla Casa del Popolo di Bonelle.

Questa la motivazione della Giuria che ha assegnato il primo premio al mio racconto “Accidia”:

Il racconto trasporta il lettore, con un incipit potente, nella totale indifferenza della protagonista, spiazzando talvolta per il contrasto tra gli aggettivi fortemente negativi legati in modo originale a sostantivi che di solito sono sinonimo di allegria, serenità e pace (il sole, disperatamente luminoso, i silenzi, letali da svegliare).

In maniera sempre più claustrofobica, la protagonista si concentra sul non sentire con una scrittura che segue un ritmo sempre più centripeto compiendo la metamorfosi finale, in un mondo che finalmente la ingloba, la pietrifica, congela il suo sentire al pari dello sguardo di Medusa.

Annunci

Qualche novità su premi e segnalazioni

Questa volta unisco un po’ di belle notizie in un unico post, visto che le ho avute tutte nei giorni scorsi. Il mio racconto  I ladri del tempo ha vinto il primo premio al concorso “Città di Mesagne” dell’Associazione Solìdea, e nello stesso concorso ho vinto il primo premio anche per la poesia (sì, l’ho saputo stasera e ancora non ci credo) con La metamorfosi delle farfalle! Oggi  mi ero dedicata alle pulizie casalinghe ed ero sfinita, ma ora sono al settimo cielo! Il racconto Sabbia sporca ha invece ricevuto una segnalazione di merito al Premio I Fiori sull’Acqua, e infine due mie poesie, Un gioco d’amore e vento e Un sonno lieve di conchiglie sono tra quelle inserite nell’antologia del Concorso “San Martino“. Mi spiace trascurare le rubriche del blog, ma bisogna conciliar varie cose… Come sempre, grazie anche tantissimo a voi, che avete contribuito non poco a darmi il coraggio di provarci, e continuate a sostenermi.

E se non siete troppo lontani dalla Toscana, vi ricordo domenica prossima. 22 ottobre, alla 11 la premiazione al Circolo Culturale “La Viaccia” di Bonelle (Pistoia).

 

Primo premio al mio racconto “Accidia”

Un’altra grandissima gioia,  il 22 ottobre prossimo sarò a Pistoia, alla premiazione del concorso letterario “Il Torrente“, organizzato dal Circolo Culturale La Viaccia. È la prima volta che vinco il primo premio con un racconto: benché abbia sempre scritto più in prosa e mi senta davvero poco “poetessa”, fino a questo momento i maggiori riconoscimenti erano andati proprio alle poesie.  Certo, quando quest’estate ho iniziato, al principio quasi per gioco, a mandare i miei scritti “a tappeto” a tutti i concorsi letterari che mi sembravano minimamente seri (e credetemi, ce ne sono davvero tanti), non mi aspettavo questi risultati. Sono un’iniezione di fiducia, e mi hanno spinto a fare sempre più “sul serio”, l’ho preso quasi come un altro lavoro. Non che mi mancassero le cose da fare, ma la scrittura ha la precedenza su quasi tutto. Accidia è uno dei racconti più apprezzati anche qui sul blog, ed è una belle emozione vederlo “crescere”.

Premio della giuria a “Portami la musica al corpo”, motivazione

“Lirica molto intensa, di travolgente passionalità, costruita sapientemente dall’autrice con il continuo alternarsi di immagini che fondono il contatto tra corpi bramosi di incontrarsi e la musica che essi sono in grado di creare con la loro perfetta armonia. Che sia il ritmo di una cavalcata, la regolarità di una danza o l’improvvisazione di un virtuoso del jazz, alla fine non farà troppa differenza. Non si riscontra ombra di banalità in tutto ciò che viene esternato in questi versi, piacevolmente scorrevoli, come l’acqua in essi citata, e guidati da un desiderio volutamente lasciato libero di essere sé stesso. È praticamente impossibile rimanere inermi di fronte alla tempesta emotiva che viene trasmessa, parola per parola, da Alexandra Mc Millan, che con questa poesia dipinge un quadro composto da mille sfaccettature ma dal significato straordinariamente univoco: portare finalmente nuova musica al corpo”.

Con queste parole è stato motivato il Premio della Giuria del già citato Concorso Simonetta Cappellini alla mia poesia Portami la musica al corpo. Molto onorata e felice.

Il 23 a Viareggio

Sono in finale al Premio Giovane Holden per la sezione poesia inedita, siamo trenta, ma visto che le opere erano in totale oltre 1500, comunque vada sarà un successo!

La premiazione è sabato prossimo, 23 settembre a Viareggio, appunto, alle 16.45. Come sempre, se qualcuno fosse da quelle parti e volesse fare un salto,  mi farebbe moltissimo piacere!

Tornando da Porto Recanati

 

Torno oggi da un viaggio densissimo in più di un senso (ve ne parlerò, anche la Germania nasconde sorprese), che ha avuto il suo momento più intenso ieri sera con la premiazione dell Concorso di Poesia Città di Recanati. Molto bello il recital, grande la voce e la capacità di trasmettere emozioni della presentatrice che ha letto le poesie di chi preferiva non farlo personalmente, davvero una figura notevole quella del professore a cui era intitolato il concorso, a cui mi piacerebbe dedicare un post a parte.

Il primo premio è stato per me motivo di particolare orgoglio per tante ragioni, certo non ultima la motivazione (un po’ provata dal viaggio, diciamo vissuta):

15050393517371835721422.jpg

Ecco la pergamena

1505039265845-996950234

E questo è il panorama che vedevo dalla finestra della mia stanza in albergo, un posto splendido (chiamato del resto la Cascina del Poeta), dove mi piacerebbe tornare e dove l’accoglienza è stata calorosa come sempre in questi luoghi, fatta anche di piccole attenzioni, come la rosa sugli asciugamani, l’offerta di aperitivo all’arrivo e di una bottiglia di vino alla partenza. Un grazie di tutto cuore e un arrivederci a presto!

IMG_20170909_104933